1 febbraio 2021 “150 anni di Roma Capitale: il contributo di FERPI Lazio”

FERPI Lazio
01/02/2021  Diana Daneluz
Una Maratona Oratoria d’iniziativa pubblica per celebrare i 150 anni di Roma Capitale, ma soprattutto per fare il punto sul rilancio della città. E condividere visioni. Il contributo di FERPI LAZIO

 

“150 anni di Roma Capitale?”. C’è un punto interrogativo alla fine del titolo della Maratona Oratoria come immaginata dalle due Associazioni – Per Roma e Passo Civico – promotrici dell’iniziativa, significativamente organizzata in Piazza Montecitorio, per un caso nello stesso giorno che vede all’interno dei vicini Palazzi della politica compiersi una svolta nella crisi di Governo. C’è un punto interrogativo perché la volontà è anzitutto quella di interrogarsi, come cittadini, come associazioni, come corpi intermedi, come politici, sul valore di Roma Capitale per la Nazione Italia, e a livello internazionale, oggi. E a partire da domani.

E lo fanno oggi, 3 febbraio 2021, perché oggi ricorrono i 150 anni dalla proclamazione ufficiale di Roma Capitale dal Parlamento Italiano. Un anniversario importante, oscurato dall’emergenza dei problemi che il Paese e il mondo intero sta affrontando, ma che coloro che quotidianamente, spesso senza clamori o alcuna visibilità, mettono in campo tempo ed energie per creare valore positivo e condiviso per Roma non vogliono, giustamente, che passi inosservato. Tanti i parlamentari presenti, che hanno voluto condividere così un forte richiamo all’attenzione verso il valore di questo essere Capitale e all’importanza per l’Italia di questa scelta, che compie oggi appunto 150 anni. Un onore, ma anche un onere, con le conseguenze che comporta a livello economico, finanziario, ma soprattutto culturale e sociale.

Nella mattinata si sono avvicendati al microfono anche rappresentanti del mondo della cultura, dell’associazionismo, dell’imprenditoria e del management, e della società civile, per rilanciare l’idea che cambiare, in meglio, si può, e i loro suggerimenti sul come.

FERPI Lazio ha partecipato alla Maratona Oratoria con il suo Consigliere Regionale Mauro Covino, su invito di Per Roma con cui la Federazione ha stretto nel tempo rapporti di reciproca collaborazione.

È stata un’occasione per testimoniare la volontà di mettere a disposizione di Roma Capitale il contributo di know how, competenze ed esperienze espresse dai tanti professionisti associati in FERPI al servizio delle possibili azioni generative di valore per la città.

La Comunicazione corretta e trasparente, come costruzione di senso, conduce infatti a comportamenti più virtuosi della cittadinanza e di chi è preposto alla sua Governance.

Le Relazioni Pubbliche favoriscono la tessitura di trame di valori condivisi e generativi sul territorio. E poi ’importanza della “Rete” – già sottolineata da altri intervenuti – tra aziende, imprese, enti no profit che insistono sul territorio e intercettano le istanze espresse dal basso e la voglia di cambiamento che lo attraversano.

Con lo sguardo appuntato soprattutto su tre Aree: Ricerca ed Innovazione; Green e Digitale; Programmi per la Salute, Ripresa e Resilienza, tutte realtà strutturalmente ben radicate nel nostro territorio comunale  e alle quali, è bene ricordare, è destinato per la loro importanza più del 50 % degli stanziamenti del Next Generation EU.

Covino ha poi individuato 10 punti di valore per una Roma Capitale che voglia valorizzare e promuovere il suo operato. Una Roma che sia, quindi, comunicata e percepita come: innovativa; autentica, recuperando la perdita di fiducia; trasparente; espressione di contenuti di qualità; capace di narrare la sua storia che è davvero millenaria ed unica al mondo; fortemente identitaria; capace di gestire in modo generativo i dati come patrimonio interno di conoscenza e miglioramento; facilitatrice di creazione di comunità; una Roma che comunichi in modo autorevole, infine, e che sfrutti appieno la capacità oggi di poter parlare direttamente ai propri cittadini, attraverso tutte le sue piattaforme, agendo come una Media Company.

Auspicando come gli altri, dunque, un cambio di passo nell’affrontare i problemi che da anni attanagliano Roma e, nel contempo, anche nel modo di comunicare Roma e il suo valore, in Italia e all’estero.

In apertura della Maratona sono intervenuti i presidenti delle due Associazioni. Marco Ravaglioli, presidente di Per Roma, ricordando come “non sia più rinviabile una forte azione di rilancio della città. Con l’aiuto dell’intera nazione”. Antonio De Napoli, presidente di Passo Civico, ribadendo che “i cittadini italiani devono comprendere come Roma possa costituire una risorsa straordinaria per il Paese. Per il prestigio mondiale di cui gode in virtù della sua millenaria storia di civiltà, per il suo ruolo di capitale della Cristianità ed Europea, per i suoi tesori d’arte e cultura che ne fanno la culla ideale per gli appassionati del Bello. L’Italia intera non può che guardare positivamente alla rigenerazione della sua Capitale”.

https://www.ferpi.it/news/150-anni-di-roma-capitale-il-contributo-di-ferpi-lazio