Maschere, feste e trasgressione nella Roma dei papi
Ospite d’onore Luca Verdone

Galoppate di cavalli berberi lungo il corso, mascherate, feste dei moccoletti, allegria e licenza: per una settimana all’anno i romani del tempo del papa-re si scatenavano nelle feste del carnevale. Una baldoria generale, che spesso degenerava in disordini e violenze invano  contrastati dai minacciosi decreti delle autorità pontificie, nella quale plebe e nobiltà si mescolavano, trasformando strade e piazze cittadine nel palcoscenico di un travolgente spettacolo di popolo.
La prossima cena verrà dedicata a questa particolarissima tradizione romana, ormai da tempo cancellata dai mutati stili di vita e dimensioni della Roma moderna. Ci aiuterà a raccontarla, come ospite di onore, Luca Verdone cultore appassionato delle memorie romane anche sull’esempio del padre Mario, indimenticabile studioso dello spettacolo e del folklore di Roma.